Come scegliere le batterie in base al tipo di uso: prodotti, dettagli, info utili

Le batterie sono gli alimentatori che danno carica ai nostri dispositivi elettronici. Si tratta di pile in varie dimensioni che forniscono la carica elettrica necessaria a far funzionare macchinari di ogni tipo: dai cellulari alle automobili, dagli apparecchi acustici agli orologi, dai giocattoli ai sistemi di allarme. In commercio troveremo molti modelli di batteria e non sempre sarà semplice destreggiarsi tra i differenti valori di amperaggio e i vari materiali. Saper scegliere le batterie in base al tipo di uso è molto complicato ed occorre informarsi prima di acquistare il modello adatto. In questa guida vi aiuteremo a capire quali batterie dovremo inserire nei vari oggetti. Ma prima scopriamo insieme cos’è una batteria e qual è il suo funzionamento interno.

 

Batterie: cosa sono e come funzionano

Le batterie servono per portare carica ai nostri dispositivi elettronici e a farli funzionare. Si dividono in batterie di tipo primario e in batterie di tipo secondario. Nella prima categoria fanno parte le semplici pile usa e getta che, una volta esaurita la loro carica, vanno cambiate. Le batterie secondarie invece sono gli accumulatori di carica elettrica, ovvero quelle batterie che possono riacquistare la loro energia tramite un apposito carica batterie. Di solito le batterie ricaricabili sono quelle in nickel-metallo e in nickel-cadmio.

In commercio potremo trovare batterie di ogni tipo. Le batterie cilindriche includono le comuni stilo, le ministilo, le batterie a torcia e quelle a mezza torcia. Potremo poi trovare le batterie rettangolari, e quindi le 9 V o le 4,5 V, ed infine le batterie a bottone e quelle per veicoli.

Ogni batteria eroga energia elettrica quando il polo negativo entra in contatto con un polo positivo di un’altra batteria. Ogni batteria è provvista di un polo positivo, contrassegnato dal segno “+” e da un polo negativo, indicato con il segno “-“.

Ma qual è il campo di applicazione di ogni batteria? Nei prossimi paragrafi lo scopriremo meglio insieme.

Quale batteria scegliere in base al tipo di uso

Ogni batteria viene utilizzata per alcuni particolari dispositivi elettronici. In base ai materiali, alle dimensioni e alle capacità di cui sono provviste, ogni batteria ha un proprio campo di applicazione.

Ce ne potremo accorgere anche dal vano batterie di ogni apparecchio elettronico. Questi piccoli contenitori hanno già la forma del modello di batteria che devono contenere, e quindi sarà facile non sbagliare. Al loro interno troveremo anche i segni “+” e “-” per capire in quale posizione dovremo disporre le batterie. Ma ora vediamo caso per caso quale batteria scegliere in base al tipo di uso.

Batterie per orologi: qual è il modello adatto

Se vogliamo acquistare delle batterie per i nostri orologi da polso, esistono delle particolari pile indicate per essere contenute da questo oggetto.

Stiamo parlando delle batterie a bottone, dei dispositivi dalle varie dimensioni che troveremo in molti materiali. Il polo positivo di una batteria a bottone si trova nella parte superiore della monetina, dentro al cerchietto nero. Il polo negativo invece e nella parte inferiore ed in quella laterale.

Le batterie a bottone possiedono vari diametri in base al tipo di uso e al modello di orologio cui devono dare la carica. Potremo trovare modelli a litio, all’ossido di argento senza mercurio, in zinco-aria e all’alcalina.

Batterie per veicoli: tipo di uso

Le batterie che utilizziamo per le automobili, ma anche per altri veicoli, sono quasi sempre di tipo ricaricabile. Possono avere una tensione di 12 Volt e sono progettate per erogare energia per periodi molto lunghi.

Il materiale delle batterie per veicoli di solito sono in piombo o in nickel-metallo.

Batterie per cellulari: tipo di uso

I telefoni portatili necessitano di particolari batteria di una certa portata. Se prima si presentavano in una forma più impegnativa, oggi le batterie per cellulari si sono ridimensionate e si adattano perfettamente alla forma dei nostri moderni Smartphone.

Troveremo batterie agli ioni di polimero di litio costituite da tre poli, ma solo due sono portatori di carica elettrica. La capacità di questi modelli di batterie è molto alta, raggiunge anche 4000 mAh nei cellulari dal display più grande.

Batterie per telecomandi e piccoli oggetti domestici

Se necessitiamo delle batterie per i piccoli dispositivi elettronici di tutti i giorni, come i telecomandi, le radio, i giocattoli per bambini e anche le macchine fotografiche compatte, potremo utilizzare delle batterie più contenute.

Ci riferiamo alle classiche stilo, alle ministilo, alle batterie a torcia e a quelle a mezza torcia. Si tratta di modelli inclusi nella classe delle batterie cilindriche. Potremo scegliere tra modelli in zinco carbone, al litio, in alcaline usa e getta, al nickel-cadmio e al nickel-metallo.

Le batterie cilindriche alcaline sono le più comuni e le più economiche sul mercato. Hanno un’elevata potenzialità e vengono utilizzate negli apparecchi che assorbono maggiore energia. Le batterie al litio invece hanno una durata 7 volte maggiore e quindi vengono utilizzate nei dispositivi che richiedono più carica, come le videocamere e le macchine fotografiche. Le batterie a torcia invece sono adatte per le lampade, per i giocattoli e per le macchine fotografiche.

Batterie ricaricabili

Ora che abbiamo scoperto quali sono le varie batterie in base al loro tipo di uso, potremo fare un acquisto più mirato e soprattutto più consapevole.


Ho 26 anni, sono laureata in lingue e giornalismo e ho una grande passione per la scrittura. Amo scrivere per il web e ho un forte interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliori Batterie